comuni di tutta Italia, unitevi!

Mi dicono (ma non ho trovato in rete qualcosa che supporti questa notizia) che il ministro Brunetta intende sopprimere, oltre alle Provincie, anche i Comuni con meno di cinquemila abitanti. Accorpandoli.
Il risparmio economico è assicurato.
Non sto neanche a spiegare perché, chiunque abbia vissuto sia da solo che in compagnia sa che le spese fisse non sono in rapporto 1:1 agli abitanti di una casa.

Solo per fare un esempio che conosco, in carnia, ci sono un sacco di piccoli comuni che rispondono alle condizioni per essere accorpati, ne cito solo alcuni:
Sutrio (1.393), Paluzza (2.494), Treppo Carnico (653), Ligosullo (195), il più piccolo.
Ecco, supponiamo di accorpare questi (sono, partendo da Tolmezzo e andando verso nord, uno limitrofo all’altro)… non basta, sono ancora meno di 5.000… OK, aggiungiamoci Paularo (2.855).

Ora bisogna decidere dove situare la sede comunale, dove, per intenderci, gli abitanti di questo nuovo comune, sorto dalle ceneri degli altri cinque, andranno a farsi fare documenti, chiedere informazioni sui tributi, iscrivere i figli al servizio di scuolabus, eccetera.
Il più centrale mi sembra Treppo C., che è qui.
Mentre Ligosullo è qui.
Ora, se state a sentire gugolmaps, il tragitto richiede sei minuti.
D’estate.
D’inverno, forse, se hai un 4×4, te la cavi con poco.
Se hai un 4×4 te ne sbatti di dov’è la sede comunale comunque.
Ma a Ligosullo girano ancora le donne con le gerle, come questa.
Che hanno un solo mezzo di locomozione: i propri piedi.

Immagino che situazioni analoghe esistano in tutta Italia.

Allora, se un provvedimento per accorpare comuni piccoli dev’essere fatto, ecco, io vorrei che non fosse fatto solo sui numeri, ma che si tenesse anche conto di ciò che poi questo comporta.
Perché a volte le spese non sono sprechi, sono solo spese.

Annunci

3 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. angielatempesta
    Giu 14, 2008 @ 21:22:17

    Brunetta, ascolta a Nicola, di Mola!

    Rispondi

  2. DYLANTH0MAS
    Giu 15, 2008 @ 21:53:01

    Il fatto è che il Ministro Bonsai, ogni giorno ne spara una ma al momento non si conosce un solo decreto, un solo disegno di legge.
    Ad esempio, sulle province potrei anche concordare, ma dubito fortemente che i suoi compagni di viaggio glielo consentano. Province vuol dire Prefetture, creature del Fascio, non si toccano.

    Rispondi

  3. anonimo
    Lug 22, 2008 @ 09:37:14

    fondamentalmente concordo con la soppressione dei comuni microscopici (tipo il mio) dove per 320 abitanti abbiamo 12 dipendenti comunali, meglio accorparsi in comuni più grossi e lasciare magari un unico sportello front-office polivalente negli ex piccoli comuni, con un unico dipendente da 40 ore settimanali (e contestualmente usare lo stesso back-end centrale nel comune più grande, con notevole risparmio economico-organizzativo). ci sarebbe poi il problema degli esuberi, ma questa è un’altra storia …

    p.s. non ho idea di cosa abbia proposto il politico di turno però non faccio fatica a credere che sia un idiota, come tutti …

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: