Oggi è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne.
E mentre ascoltavo Dacia Maraini che parlava di questo grande esempio di inciviltà, ho fatto una riflessione.
Mentre se si parla di politica, di educazione, di abitudini, e via dicendo, si trova sempre qualcuno che non è d’accordo e lo dice, se si parla di violenza sulle donne, in special modo quella domestica, la più subdola, quella perpetrata da coloro che dovrebbero amarti e difenderti, non c’è mai nessuno che non sostenga che è una vergogna, una schifezza, …
Ma allora, chi è che le picchia, che le umilia, ‘ste donne?

Annunci

3 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Aradia3000
    Nov 26, 2008 @ 08:27:15

    Per questo non mi va di celebrare questa giornata! E’ giusto che ci sia e che se parli, però mi danno fastidio le parole di circostanza… Alle parole, vorrei consequenziali atti di legge, come quella sullo stalking

    Rispondi

  2. angielatempesta
    Nov 26, 2008 @ 08:59:07

    Considera che molte donne (anche nell’evoluto occidente), a prescindere da provenienza e formazione, “accettano” quella violenza. Tra sensi di colpa e cattiva educazione, il problema maggiore è l’assunzione della consapevolezza e il coraggio della denuncia.
    Infine tutti sono d’accordo, al più si fa polemica sulla censura della Moratti.

    Rispondi

  3. donburo
    Nov 26, 2008 @ 12:43:04

    L’uomo invisibile a sentire tutti… mah…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: