È che fa caldo.
Molto caldo.
Troppo caldo.
Almeno per essere il 26 maggio.

Dice mia figlia: "’Ca%%o ti lamenti, mamma? [le ho insegnato bene l’educazione, prima dei vent’anni non le ho consentito di dire "ca%%o", in mia presenza] Accendi il clima!"
E ha ragione lei, perché soffrire?
Ma poi penso che vorrei, visto che fa caldo, andare a prendere un’oretta di sole.
Ma anche che che la casa avrebbe bisogno di una rassettata.
E anche che la roba da stirare straripa dalla cesta (non è che la cesta sia piccola, è che i panni sono tanti).
Ma forse la cosa migliore è una pennichella.

Sono una che ha le idee chiare sulle piorità, io.

Annunci

11 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. angielatempesta
    Mag 26, 2009 @ 14:47:35

    Mentre fai la pennica, il caldo non lo “senti” e passano le fatine a rassettarti la casa.

    Rispondi

  2. angielatempesta
    Mag 26, 2009 @ 14:48:10

    Ah! stesa al sole, la pennica :))

    Rispondi

  3. Thumper
    Mag 26, 2009 @ 15:55:58

    Se vado (fossi andata) in spiaggia, Ange, ma non c’ho (avevo) voglia.
    E poi io dormo sul fianco, il che non produce un’abbronzatura di qualità, e russo 😉

    P.S.: le fatine erano al lavoro, ma facevano troppo chiasso e le ho mandate via.

    Rispondi

  4. Falloppio
    Mag 26, 2009 @ 16:19:09

    doccia fredda e granita
    e ti passa la fatica

    Rispondi

  5. anonimo
    Mag 26, 2009 @ 17:01:40

    non far nulla, esserne consapevoli, accettarsi per questo, e godersi piccoli istanti di assoluto crogiolamento ….

    scrivi sulla cesta AUTOGESTIONE, e che i panni se la vedano da sè…chi vuole andare a farsi stirare faccia, chi preferisce rattrappirsi, va bene uguale….

    Rispondi

  6. Thumper
    Mag 26, 2009 @ 20:49:12

    @Fal: la fatica passa dormendo…

    @Marci: vuoi essere la mia amica del cuore? 😉

    Comunque, per tutti:
    ho dormito, ho sistemato casa, ho fatto la spesa.
    Non ho stirato.
    Ma, per fortuna, sono in possesso di un UABM e con tante camicie.

    (per Marci e quelli che ancora non sono abitué e prima che me lo chiedano:
    UABM:
    Uomo
    A
    Bassa
    Manutenzione.

    Colui che dome al mio fianco e se russa si scusa.
    E tante altre cose)

    Rispondi

  7. musicamauro
    Mag 26, 2009 @ 23:27:04

    “accendi il clima”?
    ma come parla costei?
    [le parole sono importanti…, diceva quello]
    E’ chiaro che se la madre dice: sono in possesso…
    Al limite si dice: Ho in dotazione…
    🙂

    Rispondi

  8. donburo
    Mag 27, 2009 @ 11:08:19

    Io pennicherei… con il clima acceso…

    Rispondi

  9. anonimo
    Mag 27, 2009 @ 14:26:13

    Uomo a bassa manutenzione è bellissimo!!!! 😀

    Rispondi

  10. Thumper
    Mag 27, 2009 @ 14:59:36

    @Mauro, cosa avrebbe dovuto dire, perbacco? 😉

    Bello “ho in dotazione (l’UABM)”, te la rubo 🙂

    @Gianni: eccerto! 😀

    @Marci: vero? 🙂

    Rispondi

  11. Lavioladinverno
    Giu 04, 2009 @ 20:56:23

    Ma l’UABM lo legge questo blog?
    E, se sì, che ne pensa della definizione?
    Ma in definitiva, anch’io sono un UABM (e mi accontento di poco).
    Lo dico, tanto nessuno può smentirmi.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: