…se poi qualcuno mi vuole dare dello stronzo, pazienza…

(di Alessandro Gilioli)

Giunto al quinto anno di vita, e avendo superato i duemila post (madò, quante chiacchiere), posso senz’altro dire che questo blog mi ha fornito – oltre a infiniti dubbi – anche un’assoluta certezza: qualsiasi cosa tu scriva in Rete – oh: qualsiasi – troverai immediatamente uno secondo il quale hai detto una cazzata.

E’ scientifico, anzi pavloviano.

Tipo magari un mattino d’estate ti alzi e scrivi: che bello, c’è il sole. Contenuto non particolarmente denso, ma quel giorno lì del tutto incontrovertibile.

Eh no, magari.

Tempo dieci minuti e su Facebook uno commenta che la tua contentezza mattutina è irresponsabile perché quel sole lì è frutto del global warming, e il pianeta sta morendo mentre tu ridi, vergognati.

Un altro su Friendfeed ti spiega che sei un city boy di merda perché non pensi ai contadini che hanno bisogno di pioggia, e giù dati e link sul crollo dei fatturati nell’agricoltura.

Chiude un terzo sul blog, con un Ip di Piovarolo, a dire che i giornalisti sono una casta, perché si trovano le redazioni nei posti più assolati.

Non se ne esce, è così, qualsiasi cosa uno dica.

E va bene, per carità: se uno vuol stare in rete, si allacci le cinture e si prenda di tutto, fa parte del gioco.

Semmai c’è un unico rischio, e cioè che uno (il blogger) finisca per autocensurarsi troppo in vista delle possibili critiche. E allora si contorca in un neoblogghese politicamente corretto, del tipo: «Noto non senza piacere che oggi qui a Roma c’è un tempo discreto, e conscio di questo privilegio penso con rammarico agli orsi polari alla deriva a causa dell’effetto serra, ed esprimo la mia vicinanza alla Coldiretti per i possibili danni da siccità, senza dimenticare gli sfortunati abitanti di Piovarolo a cui va la mia piena solidarietà per le recenti precipitazioni».

Beh, facciamo che io non ci sto, se vi va: io se c’è il sole dico che c’è il sole, e (come ripeteva sempre il mio maestro Manlio Mariani) se poi qualcuno mi vuole dare dello stronzo, pazienza, me lo tengo.

(n.d.t.: Ineccepibile. )
Annunci

13 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. blurson
    Feb 03, 2010 @ 14:07:59

    Il trucco sta nel dare a qualsiasi tua affermazione un tono polemico, e così tutti ti daranno ragione, i blogger hanno gusto ad andare controtendenza nello scrivere, li fa sentire voci importanti, di dissidenza, insomma fighi,  e se non lo hanno scritto loro almeno lo sottoscrivono, tanto per essere un pò yeahh anche loro, es:

    che bella giornata di sole oggi alla faccia del global warming e di tutti quei perbenisti che parlano parlano, e poi buttano pile scariche nel raccoglitore dell’umido, non c’è niente di peggio della nave che affonda con degli ignavi savonarola che fanno comunque proseliti,  alla faccia degli agricoltori che fanno lavorare in nero immigrati a 3
    euro l’ora per 12 ore al giorno, alla faccia di quelli di piovarolo che non so dov’è ma mi stanno sul cazzo.

    ma inutile che te lo spiego, vedo che lo hai appena fatto con questo post.. 😉

    ps
    sei uno stronzo

    Rispondi

  2. blurson
    Feb 03, 2010 @ 14:09:45

    uffa ti ho commentato, poi ti ho dato dello stron.zo per sbaglio e mi hanno messo in moderazione che vuol dire?

    Rispondi

  3. blurson
    Feb 03, 2010 @ 14:10:44

    argghh continuano a farlo, non ti offendevo sul serio.. come è diventato pudico splinder..

    Rispondi

  4. gmdb
    Feb 03, 2010 @ 17:42:19

    Io di solito evito politica o altri argomenti che possano portare a flame eccessivi nei commenti, più che altro perchè, dopo un po’ le discussioni sterili mi annoiano. Ma se voglio dire qualcosa la dico, se agli altri piaccio così va bene, se no va bene lo stesso

    Rispondi

  5. anonimo
    Feb 03, 2010 @ 19:24:59

    Il fenomeno assume contorni inquietanti quando ti comincia a succedere anche parlando… eheheh

    [Silently]

    Rispondi

  6. Thumper
    Feb 03, 2010 @ 23:00:00

    Tranquillo, Blurson, in coda di moderazione ci saresti finito anche se avessi detto che sono una persona splendida.

    E, P.S., semmai, sono una stronza.

    Mah, Giulio, io scrivo quello che mi pare.
    Tanto, ha ragione Gilioli, comunque vada, per qualcuno sei uno stronzo (nei commenti al suo post qualcuno ha scritto: "siamo tutti lo stronzo di qualcuno". ).

    Silenty, anche questo è vero!

    Rispondi

  7. marcillottas
    Feb 04, 2010 @ 00:57:06

    Leggermenete off topic…..

    però mi stava venendo in mente quanta gente "litiga" via commenti  su you tube!!

    mi fanno morire dal ridere, si insultano in maniera pazzesca!!! 😀

     

    Rispondi

  8. illeonesieaddormentato
    Feb 04, 2010 @ 12:00:16

    Navigando e navigando, mi sono imbattuta in un blog che aveva deliberatamente omesso i commenti, spiegando che lui a "casa" sua dice ciò che vuole, non ha tempo di rispondere e soprattutto non gli interessa ciò che a rispondono, semmai  cerca lui chi andare a leggere. Non ricordo più il blogger.
    Ma a che pro? Così, tanto per rendere l’idea che ognuno fa come gli pare.
    Ma mi rimane sempre nel cuore un blogger comune amico, troppo sensibile a questo problema… che mi ha lasciato un vuoto su tanti argomenti con la sua semplicità, arguzia, delicatezza, cultura, e signorilità, cosa dificile da trovare…

    Rispondi

  9. anonimo
    Feb 05, 2010 @ 13:47:47

    @illeoneetcetcetc: forse ti riferisci al blog di Chinaski?

    Rispondi

  10. Thumper
    Feb 11, 2010 @ 16:05:43

    Marci, la gente litiga ovunque…

    Simba: non ci trovo nulla di strano.
    Si vede che il (primo) blogger in questione scrive solo per sé.
    Il web è più comodo di un taccuino, non lo devi portare con te. E’ ovunque.
    Per quanto poi riguarda LoSco…

    Rispondi

  11. cinas
    Feb 12, 2010 @ 14:51:36

    io metto i disclaimer.

    una volta una tipa mi ha dato del nazista, pensa tu,.

    Rispondi

  12. Thumper
    Feb 12, 2010 @ 20:34:36

    Cinas, io ho la coda di moderazione perché qualcuno mi ha dato della fascista, pensa tu…

    (e ti sono molto riconoscente per non aver scritto "pensa te…" )

    Rispondi

  13. anonimo
    Feb 13, 2010 @ 11:13:00

    C’è chi ci prova gusto ad andare controcorrente. Vi ricordate la mia "Diversamente Simpatica"?

    Ogni cosa che scrivevo aveva da rimbeccare (acida!), allora ho iniziato a usare nomi diversi ed è diventata uno zucchero, tutto ciò che dicevo andava bene… scema col botto.

    Però… mi pesa un po’ non dirle che ero io… soffro come uno 007 che nella vita deve fare Fantozzi.

    DM

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: