(non so bene) come la penso

(in merito a uno dei quesiti referendari sull'acqua)

Ho trovato un paio di punti di vista, che vi propongo, come spunto di riflessione.

"C’è un motivo in più per votare “no” al secondo quesito che non viene sufficientemente considerato: là dove esistono già società a capitale misto pubblico-privato, in caso di vittoria del sì con conseguente uscita dei privati, i Comuni saranno obbligati a ricomprarsi le quote a suo tempo cedute loro, indebitandosi o comunque riducendo la possibilità di erogare servizi ai propri cittadini. Siamo sicuri di potercelo permettere?"

(ma leggete tutto il pezzo)

.mau., invece, dice che "proprio perché non ho nulla contro il privato, al secondo referendum sull'acqua) scheda gialla, testo breve) voterò no.
Non prendiamoci per i fondelli: perché un privato dovrebbe investire in un business che non può dare profitto? (sì, lo so che la ratio dei referendari è proprio questa).
E che importa al pubblico se l'acqua si perde per mancata manutenzione degli acquedotti?
"

(lui parla anche degli altri quesiti, qui potete leggere tutto)

Beh, su questa storia del secondo quesito sull'acqua, tenendo conto che, lavorandoci, so bene come funzionano gli enti pubblici locali, ci devo riflettere.
Ma se dovessi essere poco convinta, annullerò la scheda.

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. anonimo
    Giu 06, 2011 @ 10:16:26

    Ritengo che su questi referendum "sull'acqua" sia stata fatta una grande mistificazione.

    La legge galli non viene toccata, vengono invece toccate le procedure e le modalita' per l'affidamento della gestione dei servizi pubblici di rilevanza economica (tra cui anche quello dell'erogazione dell'acqua, ma nessuno parla mai, ad esempio, del ciclo dei rifiuti)

    In caso di vittoria del si le cose rimarranno esattamente cosi' come sono, senza gare pubbliche per l'affidamento e senza alcun tipo di trasparenza e con i costi per la gestione/miglioramento della rete che come accade adesso spesso sono spalmati sulla comunita' e non in base all'uso del servizio stesso.

    Certo, gli amministratori locali dovranno essere in grado di scrivere/farsi aiutare a scrivere/copiare spudoratamente bandi di gara  corretti e che non lascino adito a scappatoie di ogni tipo, ma questo e' uno dei primi compiti di ogni buon amministratore, compito che purtroppo spesso non viene eseguito correttamente.

    In ogni caso il decreto ronchi prevede la possibilita' di andare in deroga presentando le dovute motivazioni.

    Comunque a me l'acqua viene portata da una spa a capitale misto pubblico-privato, le tariffe sono buone, la qualita' e' buona e la gestione delle acque reflue e' piu' che decente

    Invece ho visto e vedo grossi problemi nella gestione dei rifiuti dove l'affidamento e stato fatto non si sa bene come e perche' (ma forse ora sapro' 🙂 )

    Ad essere andreottiano direi che piu' che della privatizzazione c'e' paura della gara pubblica e di qualcuno che possa dire "mhhh.. no, lo hanno trombato alle elezioni.. ma nel CDA non c'e' posto" …

    Igor

    Rispondi

  2. anonimo
    Giu 06, 2011 @ 14:39:26

    Votare sì, votare no, annullare lascheda… Da un punto di vista strettamente utilitaristico tutto serve solo a raggiungere il quorum. Naturalmente c'è poi una quyestione di cosicenza personale (io voterò tre sì e un no: al secondo sull'acqua), ma a conti fatti non importa molto. L'unica cosa che importa è il raggiungimento o meno del quorum.

    Rispondi

  3. donburo
    Giu 06, 2011 @ 18:54:58

    Il privato mi fa paura… ci sono alcune cose che devono restare nostre e non produrre necessariamente profitto e dare un servizio. L'acqua mi sembra tra queste cose…

    Rispondi

  4. anonimo
    Giu 06, 2011 @ 22:18:37

    @donburo:
    adesso il privato ci entra e ci entra senza alcuna trasparenza.

    ripeteo, sui due quesiti referendari "sull'acqua" (che non sono solo sull'acqua) e' stata fatta molta disinformazione e sono state dette un sacco di inesattezze ipotizznado scenari da fantascienza e urlando slogan che non hanno nulla a che fare con la "proprietà" dell'acqua (come l solito in italia)

    Igor

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: